Lo Speciale

Capodanno con la valigia

Scorri
Capodanno con la valigia

Il modo migliore per vivere le feste? In viaggio, naturalmente. 5 idee per esperienze da ricordare nelle città europee.

Dopo aver festeggiato il Natale in famiglia, tra regali inaspettati e pranzi infiniti, il capodanno è il momento giusto per concedersi un viaggio in una delle città europee, che proprio in questa occasione si animano di luci e musiche. Sia che si vogliano trascorrere momenti romantici in coppia, sia che ci si voglia divertire con gli amici di sempre o si desideri esplorare nuove città in beata solitudine, ecco cinque idee per un capodanno con i fiocchi.

Dolci momenti nell’elegante Vienna

La capitale della musica è tra le mete predilette per un capodanno da ricordare. In occasione di San Silvestro, infatti, Vienna richiama a sé numerosi visitatori, di cui stuzzica i palati con le scenografiche fontane di cioccolata del Museo della cioccolata e di cui addolcisce gli animi con le note di valzer che suonano nella Piazza del Municipio. E se questo non fosse abbastanza, è sempre possibile godersi i fuochi artificiali davanti alla ruota del Prater o ancora percorrere le splendide vie completamente illuminate che portano alle piazze animate da concerti per tutti i gusti. Insomma, lo spettacolo è garantito.

Il folklore di Madrid

La movida che anima la capitale spagnola la rende una delle mete più ambite in ogni stagione, ma è ancora più speciale durante la notte più frizzante dell’anno, quando le strade e le piazze cittadine si riempiono di persone che festeggiano a suon di musica e spettacoli improvvisati. Il capodanno madrileno è all’insegna della tradizione e nella piazza di Puerta del Sol, oltre a divertirsi, è possibile assistere a uno dei riti che i madrileni sono soliti compiere in questa occasione. Secondo il folclore locale, infatti, nella notte di capodanno si devono mangiare 12 chicchi d’uva, tanti quanti i mesi dell’anno, e chi riesce a mangiarli al ritmo dei rintocchi delle campane avrà un anno fortunato.

Hogmanay a Edimburgo

Secondo le antiche tradizioni scozzesi, l’Hogmanay, ossia il capodanno, è una festa pagana che originariamente veniva celebrata in occasione del solstizio d’inverno. Oggi è uno degli appuntamenti più attesi dell’anno, nonché uno dei maggiori eventi europei, che la popolazione festeggia per ben tre giorni. Una vera e propria maratona, che ha inizio con la fiaccolata del 29 dicembre, che dal Royal Mile arriva fino alla collina di Calton Hill, e prosegue con lo spettacolo delle luci e il Night Afore Fiesta, un carnevale con musica ed eventi di strada. La magia del capodanno ha il suo culmine alla mezzanotte di San Silvestro, quando i fuochi artificiali illuminano la città a ritmo di “Auld Lang Syne”, nota come “Valzer delle Candele”, un’antica melodia scozzese.

Budapest e la magia dell’est

Rilassarsi nel tepore delle terme mentre fuori cade la neve: un piacere da vivere nella “Parigi dell’est”, Budapest, che custodisce alcuni tra i complessi termali più antichi, eleganti e lussuosi d’Europa. A una pausa rigenerante basta aggiungere la suggestione di una crociera notturna sul Danubio, con la città che si anima ed esplode in un tripudio di luci e colori grazie agli splendidi fuochi artificiali, per ottenere la ricetta di un capodanno perfetto. Nonostante il cuore della festa sia Piazza degli Eroi, non mancheranno concerti nella gettonata Piazza Oktong e il mercatino natalizio in Piazza Vörösmarty, in cui la statua centrale, secondo un’insolita tradizione, viene ricoperta di palloni gonfiabili che, allo scoccare della mezzanotte, vengono fatti scoppiare con il lancio di bottiglie vuote.

Reykjavik tra natura e leggenda

La notte si tinge di colori irreali e la realtà sfuma nel sogno. In Islanda è possibile assistere all’aurora boreale, un fenomeno ottico naturale causato dall’interazione di protoni ed elettroni con l’atmosfera terrestre. Ma la città dell’estremo nord non offre solo questo magico spettacolo:  splendidi panorami innevati e un folklore unico aspettano il visitatore per narrargli le antiche leggende che per tradizione si raccontano nel vecchio cimitero cittadino, così come le storie sui misteriosi elfi che durante la vigilia di capodanno escono dalle loro piccole dimore. Il modo perfetto per trascorre la notte più lunga dell’anno? Intorno a un falò, illuminati dai fuochi artificiali.